Dichiarazione dei redditi, nuovo chiarimento dell'Agenzia delle Entrate: come inserire correttamente i redditi da fotovoltaico

L'Agenzia delle Entrate, nel nuovo chiarimento pubblicato nelle scorse ore, ha spiegato come inserire correttamente i redditi da fotovoltaico nella dichiarazione dei redditi. In particolare, il chiarimento riguarda i proventi derivanti dalla vendita dell'energia prodotta in eccedenza. 

Prosegue, non senza intoppi, la stagione della dichiarazione dei redditi. Quella che era stata annunciata come una stagione più agevole delle precedenti grazie al nuovo Modello 730, non solo precompilato ma anche in versione semplificata, ha in realtà presentato fin da subito evidenti criticità per i contribuenti. Proprio per questo motivo, l'Agenzia delle Entrate si sta adoperando, tramite i vari canali di comunicazione a sua disposizione, a fornire costanti chiarimenti per supportare le persone in difficoltà nella compilazione del Modello con la messa in atto di un'importante campagna informativa.

Uno dei chiarimenti più recenti riguarda i redditi da fotovoltaico. Tramite il magazine FiscoOggi, l'Agenzia delle Entrate risponde ai dubbi dei contribuenti. Di recente, Tiziana ha chiesto delucidazioni proprio a proposito dei redditi da fotovoltaico. Alla domanda: "Vorrei inserire nella precompilata la riscossione di importi dal GSE, per impianto fotovoltaico, riscossi nel 2023. Ho individuato la sezione 'Altri redditi' ma non trovo la corretta definizione ta le casuali. Mi potere dare indicazioni in merito?", l'Agenzia ha spiegato che, sul trattamento fiscale dei proventi derivanti dalla vendita dell'energia prodotta in eccedenza rispetto al proprio fabbisogno, i contributi ricevuti dal proprietario dell'impianto fotovoltaico rappresentano fiscalmente redditi diversi e vanno indicati nella dichiarazione dei redditi.

Dichiarazione dei redditi, la risposta dell'Agenzia delle Entrate alla contribuente

Dichiarazione dei redditi, come inserire i proventi da fotovoltaico
Il nuovo chiarimento dell'Agenzia delle Entrate sulla dichiarazione dei redditi

L'Agenzia, entrando nel dettaglio, ha spiegato che tali importi rientrano nella categoria dei "redditi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente". Di conseguenza, vanno inseriti, con il codice 1, nel rigo D5 del Modello 730. Per chi presenta il modello Redditi Persone fisiche, invece, le somme percepite vanno inserite nel rigo RL14, colonna 2. I redditi in questione riguardano, nel dettaglio, le persone fisiche non esercitanti attività di impresa.

Nel chiarimento pubblicato nelle scorse ore a firma di Paolo Calderone, l'Agenzia delle Entrate ha anche indicato i documenti di prassi da consultare per eventuali approfondimenti. In particolare, il modo in cui vanno inseriti questi redditi è spiegato nella circolare n. 46 del 2007, che fornisce chiarimenti in merito al trattamento fiscale della tariffa incentivante erogata ai soggetti responsabili di impianti fotovoltaici e dei proventi derivanti dalla vendita dell'energia fotovoltaico. A disciplinare tali redditi, come si legge nella circolare, è il decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387, in particolare al comma 2 dell'articolo 7.

Lascia un commento