Avvocato svela la truffa dell'abbonamento scaduto e mette in guardia: "Fa leva su due motivazioni precise"

L'avvocato Massimiliano Dona, in un video pubblicato di recente, ha parlato della truffa dell'abbonamento scaduto, che rischia di far cadere tanti utenti nella trappola facendo leva su due precise motivazioni

Il rischio di diventare bersagli dei malfattori e cadere nella trappola in una delle innumerevoli truffe in circolazione è sempre molto alto. In particolare quando si naviga sul web. Anche le persone più attente rischiano di essere raggirate a causa dei metodi utilizzati dai malintenzionati, che fanno leva proprio su determinati aspetti psicologici per attirare le vittime nella propria trappola e sottrargli dati personali e denaro.

Massimiliano Dona, avvocato sempre attento ai temi riguardanti la tutela dei consumatori, in un video pubblicato di recente sul proprio profilo Instagram ha parlato di quella che potremmo definire la truffa dell'abbonamento scaduto, concentrandoci su alcuni aspetti importanti che rischiano di farci cadere nella trappola. Questo tentativo di truffa viene generalmente messo in atto tramite la posta elettronica. Il bersaglio riceve un messaggio con il quale viene avvisato della scadenza del suo abbonamento ad una piattaforma di streaming (Netflix, nel caso in questione). Lo stesso messaggio invita l'utente, come parte del programma fedeltà, ad estendere l'abbonamento gratuitamente per 90 giorni.

Truffa dell'abbonamento scaduto, così viene messo in atto il raggiro

Avvocato svela la truffa dell'abbonamento scaduto
Truffa dell'abbonamento scaduto, le motivazioni su cui fa leva. Fonte: Instagram

Un'offerta, quella del rinnovo gratuito dell'abbonamento alla piattaforma di streaming, che rischia di ingolosire chiunque. Ma si tratta, in realtà, di una truffa. Come fa il truffatore a sapere che l'utente è abbonato alla piattaforma di streaming? Molto semplicemente, come spiegato da Dona, non lo sa. Quei messaggi vengono infatti inviati a pioggia nella speranza che un soggetto realmente abbonato alla piattaforma caschi nella trappola. Cliccando sul tasto per estendere gratuitamente l'abbonamento si verrà indirizzati verso una pagina che sembra esattamente quella di Netflix, ma non lo è. L'utente sarà invitato ad inserire i propri dati personali, tra cui quelli della carta di credito, e in questo modo i truffatori potranno sottrargli dei soldi.

Questa truffa, ma in generale quasi tutte le truffe, fa leva su due fortissime motivazioni che appartengono al genere umano. Stiamo parlando della paura di qualcosa e la speranza di ottenere un vantaggio. È esattamente quello che avviene nel caso in questione. Nel messaggio si fa leva per l'appunto sulla paura di non poter usufruire più dell'abbonamento alla piattaforma di streaming, ma anche al vantaggio di poter estendere l'abbonamento in maniera gratuita. Si tratta, però, di nient'altro che una truffa. Messaggi del genere vanno ignorati e cancellati, facendo attenzione a non cliccare su link sospetti, su allegati ed evitando di fornire i propri dati personali.

Lascia un commento