Truffe, 5 segnali da non sottovalutare quando compri una casa: "Perché dovresti preoccuparti"

Quando si acquista una casa si può essere esposti alle truffe immobiliari. L'avvocata Barbara Nannerini ha fornito 5 consigli utili, dei segnali a cui prestare attenzione per riconoscere ed evitare i raggiri.

L'acquisto di una nuova casa prevede sempre un investimento importante in termini economici. E, quando c'è di mezzo del denaro, le truffe sono sempre dietro l'angolo. Ancor di più quando le somme di denaro sono ingenti. Per questo motivo, è molto importante essere informati sui possibili raggiri, in modo da riconoscerli tempestivamente e riuscire dunque a difendersi. In tal senso, l'avvocata Barbara Nannerini ha fornito, tramite un video pubblicato di recente sull'account TikTok Aziendedigitali, alcuni consigli utili in merito.

Il primo segnale d'allarme può essere rappresentato dal prezzo. Un prezzo significativamente più basso rispetto al valore di mercato dell'immobile che si ha intenzione di acquistare può nascondere delle intenzioni sospette. Qual è il motivo? È possibile che il venditore voglia svendere l'immobile perché ha bisogno di soldi, chiaramente. Ma è anche possibile che in realtà esistano delle beghe non specificate, come possibili contenziosi tra condomini o con il costruttore che provocano un deprezzamento del valore dell'immobile.

@aziendedigitali

Ti spiego 5 cose che dovresti assolutamente considerare per evitare le "truffe" immobiliari. Con questo termine non intendo la truffa come reato; quanto, piuttosto, una condotta poco chiara e trasparente che possa indurti a fare qualcosa che altrimenti non faresti e che può risultare dannosa per te da un punto di vista economico! Prezzi sospetti, liti condominiali, richieste di pagamento immediato, documentazione incompleta. Guarda il video completo per diventare un acquirente consapevole e sicuro #legge #diritto #imparacontiktok #diritti #casa #vendita

♬ suono originale - NAIGO - Aziende Digitali

Truffe immobiliari, tra acconti troppo alti, agenzie e verifiche tecniche: a cosa bisogna prestare attenzione

Truffe immobiliari, alcuni consigli per evitarle
Truffe immobiliari, così è possibile riconoscerle ed evitarle. Fonte: TikTok

Secondo segnale a cui prestare particolare attenzione è la richiesta di un acconto o di una caparra troppo alti alla firma del compromesso o del contratto preliminare. Se il rogito è imminente o se l'immobile ha un valore alto, la richiesta è senza dubbio lecita. Diverso, invece, è il discorso se il rogito è fissato a distanza di 6 mesi. Si tratta, senza dubbio, di una richiesta sospetta, anche perché con il compromesso non si diventa proprietari dell'immobile: si tratta, infatti, di un semplice rogito notarile che documenta il trasferimento della proprietà. Terzo consiglio è quello di verificare attentamente gli impianti, con un sopralluogo tecnico interno. Allo stesso modo va verificato anche il titolo di provenienza: eredità, donazione, comproprietà, possibili ipoteche in che modo questa casa appartiene al venditore?

Quarto dettaglio a cui prestare attenzione è la presenza di un'agenzia immobiliare. In questo caso, infatti, è necessario verificare che l'agente immobiliare sia abilitato all'esercizio della professione. Quinto e ultimo dettaglio da non sottovalutare, all'apparenza banale, è quello del notaio: il notaio va scelto dall'acquirente, ancora meglio se di fiducia, in modo da non trovarsi di fronte a spiacevoli sorprese. In questo modo, non si ha la certezza di essere al riparo da ogni possibile truffa ma di certo si ha modo di riuscire a riconoscerle e difendersi in tempo.

Lascia un commento