Pensione, puoi ottenerla anche senza contributi sufficienti: "Ci sono 2 soluzioni"

Anche senza aver maturato il requisito dell'anzianità contributiva di 20 anni è possibile ottenere la cosiddetta pensione di vecchiaia. Le soluzioni possibili sono due, anche se non sempre vantaggiose (e in qualche caso anche dispendiose).

Per poter accedere accedere alla cosiddetta pensione di vecchiaia è necessario essere in possesso di determinati requisiti. Tali requisiti riguardano, in particolare, l'età anagrafica e l'anzianità contributiva. Per quanto riguarda questo secondo parametro, l'accesso all'assegno pensionistico è riconosciuto solo a coloro che hanno versato almeno 20 anni di contributi. Cosa succede se non si riesce, invece, a soddisfare tale requisito? Una risposta in merito è arrivata, nelle scorse ore, da Carmine Buonomo, avvocato previdenzialista napoletano che, tramite il suo account TikTok, pubblica di frequente video riguardanti il mondo delle pensioni e ancora più in particolare quello dell'invalidità.

Le norme rivolte ai lavoratori che non sono riusciti a raggiungere i 20 anni di contribuzione, ha spiegato l'avvocato Buonomo, sono particolarmente svantaggiose per i lavoratori. Chi si ritrova al di sotto di questa soglia, infatti, raggiunto il requisito dell'età anagrafica scopre di non aver diritto praticamente a nulla. Chi ha un'anzianità contributiva inferiore ai 20 anni, infatti, si ritrova di fatto nella stessa situazione di chi non ha mai versato contributi pensionistici. Anche se minime e non proprio vantaggiose, esistono comunque delle vie d'uscita per il lavoratore che non ha raggiunto tale soglia.

@carmine_buonomo

Oggi voglio parlarti di un argomento molto importante e che purtroppo riguarda moltissime persone. Nel video ti spiegherò cosa fare se non riesci a raggiungere i 20 anni di contributi necessari per ottenere la pensione di vecchiaia. Scopriremo le alternative possibili e quali opzioni hai a disposizione per non restare senza tutele. Ti invito a guardare il video fino alla fine per avere tutte le informazioni di cui hai bisogno e capire meglio la tua situazione. E se hai domande o vuoi raccontarci la tua esperienza, lascia un commento! La nostra fantastica community di “Pensioni e Invalidità” sarà felice di rispondere e aiutarti #contributi #pensionedivecchiaia #assegnosociale #contributivolontari #inps #pensioni #pensioniinvalidità #invalidità #carminebuonomo

♬ suono originale - Pensioni e Invalidità

Pensione, le due strade per ottenerla senza l'anzianità contributiva sufficiente

Pensione, come ottenerla senza i 20 anni di contributi
L'avvocato spiega come ottenere la pensione anche senza contributi sufficienti. Fonte: TikTok

Il lavoratore che vuole andare in pensione ma non ha ancora raggiunto i 20 anni di contribuzione ha, come spiegato dall'avvocato nel video, due strade a disposizione. La prima è quella che prevede il pagamento volontario dei contributi che mancano per raggiungere la soglia dei 20 anni disposta dalla legge. Questa prima ipotesi, comunque, è praticabile in particolare ai lavoratori ai quali mancano solo pochi mesi o pochi anni per raggiungere la soglia. Ogni anno di contribuzione, infatti, prevede una spesa minima di circa 4.000 euro. L'operazione può dunque essere particolarmente dispendiosa. E non è tutto.

Prima di intraprendere tale strada, infatti, è necessario effettuare dei calcoli preliminari: chi ha iniziato a versare i contributi prima del 1996 rientra nel calcolo misto e ha sempre diritto alla pensione con 20 anni di contribuzione e, se l'importo è troppo basso, sarà integrato al minimo (circa 600 euro per il 2024). Chi, invece, ha iniziato a versare i contributi dal 1996 rientra nel calcolo contributivo: può accedere alla pensione con 67 anni di età e 20 di contributi, ma solo se l'importo finale supera di una volta e mezzo l'assegno sociale INPS (poco più di 750 euro al mese); se non riesce a raggiungere tale cifra, l'età di accesso potrebbe variare fino ai 71 anni.

La seconda strada è quella dell'assegno sociale. Per averne diritto, comunque, è necessario rispettare alcuni requisiti di reddito: la soglia è di 6947,33 euro annui se la persona è celibe o nubile, oppure 13.894,66 euro annui se la persona è coniugata. Di conseguenza, l'assegno sociale spetta solo in caso di redditi molto bassi. Nei giorni scorsi, intanto, abbiamo scritto del bonus quattordicesima in arrivo in questo periodo per molti pensionati: altri lo avranno invece a dicembre.

Lascia un commento