Straordinario non pagato al lavoro, cosa fare? L'avvocato: "C'è una distinzione importante"

Come deve agire il lavoratore al quale non viene riconosciuto il pagamento del lavoro straordinario? L'avvocato Bombaci spiega come fare e rivela un'importante distinzione in merito.

Chi lavora come dipendente sa bene che, non di rado, può essere richiesta dal datore di lavoro la possibilità di effettuare degli straordinari. Si tratta di quelle ore di lavoro svolte oltre l'orario lavorativo previsto dal contratto. Per legge, in Italia la settimana lavorativa standard è pari a 40 ore: tutto ciò che va oltre, dunque, è da considerarsi lavoro straordinario, che non è obbligatorio. Il lavoro straordinario può infatti essere richiesto dal datore di lavoro, ma il dipendente ha il diritto di rifiutare senza particolari conseguenze

La retribuzione degli straordinari è disciplinata dai singoli accordi contrattuali: in generale, la paga è maggiorata rispetto a quella base ma l'importo varia in base a quanto stabilito dal CCNL di riferimento. Il pagamento degli straordinari va effettuato entro il mese successivo a quello in cui sono stati effettuati. Come bisogna agire, però, se in busta paga non viene riconosciuto al dipendente il pagamento del lavoro straordinario? A fare chiarezza in merito ci ha pensato Alessio Bombaci, avvocato che su TikTok si occupa proprio di pubblicare video in cui fornisce consigli e guide in ambito legale.

@avvocato.bombaci

Straordinario non pagato? 💸❌ Ti spiego cosa puoi fare ⚖️ Per Lavoro Straordinario ci riferiamo a quelle ore di lavoro che vanno oltre quelle stabilite nel contratto 📃 🕤 E se il tuo datore di lavoro non te le paga? 👇🏻 Ti spiego tutto in un minuto ⏳ Se hai dubbi o domande, scrivimi. Potremo fissare una consulenza per rispondere alle tue domande e capire se possiamo agire insieme 🖊️ 🔖 Salva (e condividi) questo video per non dimenticartene! _________________________ #straordinario #lavorare #dirittideilavoratori #dirittodellavoro #avvocatodellavoro #datoredilavoro #avvocato #legge

♬ suono originale - Avvocato Alessio Bombaci

Lavoro straordinario non pagato, cosa deve fare il dipendente

Lavoro straordinario non pagato, come bisogna agire
Lavoro straordinario non pagato, come può agire il dipendente

In uno dei video più recenti, l'avvocato si è occupato proprio del mancato riconoscimento del pagamento del lavoro straordinario al dipendente. C'è un'importante distinzione, secondo Bombaci, da fare. Se gli straordinari sono indicati in busta paga ma non pagati, la strada è senza dubbio più semplice: in questo caso, infatti, è possibile dimostrare senza particolari difficoltà di aver effettuato del lavoro extra e in questo modo ottenere un decreto ingiuntivo che obbliga il datore di lavoro al pagamento di quelle ore.

C'è poi una seconda ipotesi, ovvero quella in cui le ore di straordinario effettuate non sono indicate in busta paga. In questo caso il percorso è un po' meno semplice. Questo, però, non significa che non sia possibile vedersi riconosciuto il pagamento. Potrebbe, secondo l'avvocato Bombaci, essere però necessaria una causa di lavoro, con tutte le conseguenze e le lungaggini della circostanza. In questa seconda ipotesi, per il lavoro sarà fondamentale raccogliere prove a suo sostegno, quali le testimonianze dei colleghi, i documenti, le chat e altre evidenze in grado di attestare di aver prestato del lavoro extra. In ogni caso, con l'assistenza di un'esperto in materia sarà senza dubbio più semplice far valere i propri diritti.

Lascia un commento