Sicilia, mostra lo scontrino del pranzo al ristorante e lascia tutti senza parole: "Com'è possibile?"

Le foto delle portate e dello scontrino di un pranzo in un ristorante a Catania, in Sicilia, hanno lasciato increduli numerosi utenti intervenuti per commentare il post pubblicato dal cliente.

In un periodo di forti rincari come quello attuale, anche chi decide di staccare la spina per dedicarsi un piacevole momento di svago in un ristorante, in una trattoria o in un agriturismo deve fare i conti con il proprio portafogli. Un pranzo o una cena fuori casa è diventato per molti un vero e proprio lusso da concedersi solo raramente per riuscire a far quadrare i propri conti.

Ciò è vero in molti casi, ma non sempre. Esistono, infatti, ancora quelle che potrebbero essere definite oasi nel deserto in cui è possibile mangiare senza spendere importi spropositati. O, addirittura spendendo cifre irrisorie. Il segreto sta nel saper cercare bene, affidarsi al passaparola per scoprire strutture del genere. Una di queste è stata indicata da Leo, utente di un gruppo Facebook in cui ci si scambia consigli e recensioni su ristoranti e altre strutture del mondo della ristorazione in cui è possibile mangiare poco e spendere il giusto.

Sicilia, cosa ha mangiato e quanto ha speso il cliente

Sicilia, pranzo di pesce al ristorante: lo scontrino lascia senza parole
Il post con le foto delle portate e dello scontrino del pranzo di pesce in Sicilia. Fonte: Facebook

Leo ha raccontato di essersi recato in un ristorante a Catania, in Sicilia, per una pausa pranzo veloce e informale a base di pesce. L'utente, nel post pubblicato nelle scorse ore, ha scritto di aver mangiato mezza porzione di linguine al tonno, mezza porzione di frittura mista, calamari e seppioline. Il tutto accompagnato da due bottiglie di mezzo litro d'acqua. L'utente ha deciso di raccontare la sua esperienza nel ristorante in questione in quanto ha evidentemente apprezzato la qualità del cibo ma soprattutto l'importo speso.

Quanto ha speso? La cifra è riportata sullo scontrino ed è di fatto irrisoria, se confrontata ai prezzi medi in circolazione: in totale 8 euro, ovvero 3,50 euro per il mezzo fritto misto, 3 euro per le fettucce al tonno e un euro per ognuna delle due bottiglie d'acqua. Il prezzo ha lasciato basiti molti degli utenti intervenuti per commentare il post, uno dei quali si è detto incredulo: "Ma come è possibile?", ha scritto Luca. Qualcun altro si è invece mostrato scettico, sospettando che il prezzo possa nascondere in realtà qualche spiacevole sorpresa, come una bassa qualità degli ingredienti utilizzati per la preparazione delle portate. A quanto pare, però, non è così: tra i commenti, infatti, qualcuno ha confermato che in realtà nella struttura in questione si mangia bene e il pesce servito è fresco.

Lascia un commento