Caffè, mai berlo appena svegli: "È un grosso errore: vi svelo il momento migliore"

Bere il caffè al mattino, appena svegli, è un'abitudine ampiamente diffusa ma in realtà non proprio corretta: si ottengono gli effetti contrari rispetto a quelli desiderati. Ecco il motivo è quando, invece, è preferibile berlo.

Il consumo di caffè è ampiamente diffuso in tutto il mondo, ma in Italia può essere considerato quasi alla stregua di una vera e propria religione. Di fatto, non esiste Italia senza caffè. In alcune aree del Paese, in particolare. Questa bevanda, squisita e benefica in tutte le sue bevande, viene bevuta durante l'arco dell'intera giornata, anche se viene preferita soprattutto al mattino e in particolare appena svegli. Non solo perché in grado di migliorare energia e concentrazione, ma perché aiuta le prestazioni fisiche, riduce il rischio di alcune malattie, protegge il fegato ed è ricco di antiossidanti. A patto che ci si limiti ad un consumo moderato, ovviamente.

Quella di consumare caffè appena svegli si tratta, in realtà, di un'abitudine non proprio consigliata, in grado di essere addirittura controproducente. Per quale motivo? Lo ha spiegato, in un video pubblicato di recente su TikTok, Peppe Pinto, un utente che di frequente si occupa di diffondere consigli e pillole riguardanti l'alimentazione. Quella di bere caffè appena svegli, come spiega Pino nel filmato in questione, è un'abitudine che andrebbe evitata per un motivo che riguarda il cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress. Proviamo a fare chiarezza.

@peppe_pinto

Caffè? Non appena sveglio . Sfruttalo al meglio #caffe #cortisolo #energia #peppepinto

♬ suono originale - Peppe Pinto

Caffè, perché non va bevuto appena svegli e quando è il momento migliore

Caffè da evitare appena svegli: svelato il motivo
Caffè, perché non va bevuto appena svegli: c'entra il cortisolo. Fonte: TikTok

Al mattino, appena svegli, i livelli di cortisolo nell'organismo sono particolarmente elevati. Bevendo subito del caffè, si crea una sorta di interferenza che provoca un picco di cortisolo, con un conseguente crollo dei livelli nei momenti successivi. Dunque, non solo non saremo dotati della spinta energica solitamente data dal caffè, ma ci sentiremo anche più stanchi del normale. Questo meccanismo, inoltre, va a stimolare il senso di sazietà, provocando una certa sensazione di fame. Qual è, quindi, la soluzione?

La soluzione, in questo caso, è molto semplice: non bere caffè appena svegli. Fin qui, la cosa sembra abbastanza chiara. Come spiegato dall'autore del video, il momento ideale per assumere del caffè è circa 1-2 ore dopo il risveglio. In questo modo, si andrà a stimolare il livello di cortisolo che è calato dopo il picco del risveglio e si avrà lo stimolo energetico necessario per affrontare al meglio la giornata. Insomma, non bisogna evitare il consumo di caffè ma semplicemente rimandare di qualche ora il suo consumo. Anche se questo, per molti, non sarà affatto semplice.

Lascia un commento