Concorso pubblico per diplomati, assunzioni a tempo indeterminato per il Policlinico di Messina: come candidarsi

Il Policlinico di Messina ha indetto un concorso pubblico per l'assunzione a tempo indeterminato di 10 assistenti amministrativi. Per partecipare basta il diploma, candidature aperte fino al 14 giugno 2024. Tutti i dettagli.

Nuove opportunità di lavoro a tempo indeterminato per i soggetti in possesso di un diploma di scuola superiore. È stato di recente indetto, infatti, un nuovo concorso pubblico finalizzato all'assunzione di 10 assistenti amministrativi presso il Policlinico di Messina.

I requisiti per la partecipazione al concorso pubblico indetto dal Policlinico di Messina sono quelli generici previsti per l'ammissione ai concorsi: cittadinanza e idoneità fisica allo svolgimento dell'impiego. Non possono partecipare i soggetti esclusi dall'elettorato attivo e coloro che sono stati destituiti o dispensati dall'impiego presso pubbliche amministrazioni. Per quanto riguarda il titolo di studio, è necessario essere in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

Concorso pubblico Policlinico di Messina, come presentare la domanda e le prove d'esame

Concorso pubblico per diplomati: assunzioni a tempo indeterminato
Il Policlinico di Messina assume diplomati a tempo indeterminato: indetto il concorso pubblico

Per candidarsi al concorso pubblico in questione è necessario presentare la propria domanda di partecipazione entro le 23:59 del 14 giugno 2024. La domanda, da inviare esclusivamente in via telematica, va presentata tramite il sito ufficiale del Policlinico di Messina, accedendo alla sezione Concorsi e seguendo le relative istruzioni. Allla domanda va allegata la ricevuta comprovante l'avvenuto pagamento del contributo spese pari a 10 euro.

Si passerà poi alla procedura concorsuale vera e propria. In caso di numero elevato di domande di partecipazione, come si legge nel bando di concorso, potrebbe essere effettuata una prova preselettiva consistente nella soluzione di test a risposta multipla sulle materie oggetto del concorso pubblico. Verranno ammessi alla fase successiva della selezione un numero di candidati pari a dieci volte il numero dei posti messi a concorso. Successivamente si terranno una prova scritta, una prova pratica e una prova orale, che assegneranno in totale 70 punti (30 la prima, 20 le altre due). Altri 30 punti saranno poi attribuiti tramite la valutazione dei titoli posseduti dal candidato: 10 punti per i titoli di carriera, 5 punti per i titoli accademici e di studio, 5 punti per pubblicazioni e titoli scientifici, 10 punti per curriculum formativo e professionale. Per un totale massimo, dunque, di 100 punti.

Al termine della procedura concorsuale, la Commissione Esaminatrice stilerà la graduatoria di merito e saranno di conseguenza dichiarati i vincitori. I vincitori del concorso saranno quindi convocati alla stipula del contratto di lavoro individuale ai fini dell'assunzione. Nel bando di concorso è possibile trovare tutte le informazioni non menzionate nel presente articolo.

LEGGI ANCHE: Dichiarazione dei redditi, il nuovo annuncio dell'Agenzia delle Entrate: "C'è tempo fino al 31 maggio per farlo"

Lascia un commento