Unione Europea fondo sociale
Agenzia Coesione Territoriale
Dipartimento Funzione Pubblica
Dipartimento Pari Opportunità
PON

Lavoro Agile In Regione Lazio, in corso la sperimentazione

Avviata in Regione Lazio la sperimentazione del lavoro agile. In linea con le impostazioni generali dello smart working, l’iniziativa punta ad un nuovo modo di lavorare, per i dipendenti dell’ente, attento all’equilibrio tra lavoro e vita privata, favorendo al contempo la produttività ed un risparmio economico (per i lavoratori – ad esempio riguardo agli spostamenti quotidiani - e per l’ente). Entro la fine di quest’anno il progetto coinvolgerà 500 dipendenti.

Naturalmente non si tratta di una nuova forma contrattuale e resta invariata la posizione del dipendente nell’organizzazione. Il progetto parte dal presupposto di delocalizzare almeno in parte le attività assegnate, senza che sia necessaria la costante presenza fisica nel luogo di lavoro, grazie all’utilizzo di strumentazioni idonee a lavorare fuori dalla sede consueta.

La Regione Lazio punta così ad aumentare la produttività (al fine di incrementare la qualità e la quantità dei servizi ai cittadini e alle imprese), a razionalizzare gli spazi e le dotazioni tecnologiche, mentre il dipendente ottiene vantaggi in termini di benessere individuale, avendo maggiore tempo disponibile per la vita privata, e di soddisfazione personale dovuta anche all’autonomia riconosciuta per la realizzazione dell’attività lavorativa.
La stessa organizzazione del lavoro migliora, poiché si incentiva la collaborazione e si focalizza l’attività sugli obiettivi e sui risultati piuttosto che sulla mera presenza fisica.

Lazio Lavoro Agile: il video informativo di Regione Lazio

Smart Working

La Regione Lazio promuove lo smart working: un modo di lavorare più agile, attento all’equilibrio tra lavoro e vita privata dei dipendenti, che favorisce la produttività e anche un risparmio economico.

Pubblicato da Regione Lazio su Mercoledì 10 luglio 2019