Unione Europea fondo sociale
Agenzia Coesione Territoriale
Dipartimento Funzione Pubblica
Dipartimento Pari Opportunità
PON
Password dimenticata?  Recuperala

Il Lavoro Agile nella PA: la giornata di Brescia (video integrale e slide)

Lo scorso 30 gennaio il Comune di Brescia ha organizzato, in collaborazione con il Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Associazione dei Comuni Bresciani, l'Associazione Professionale Segretari Comunali e Provinciali G.B. Vighenzi - Brescia, la prima Giornata del Lavoro Agile di Brescia, quarta giornata nell’ambito del progetto “Lavoro agile per il futuro della PA”. 

Nel corso della mattinata si è avuto modo di illustrare gli strumenti che il Dipartimento delle Pari Opportunità ha messo a disposizione del Comune e delle altre PA di progetto attraverso il servizio consulenziale del RTI nell’ambito di change management, normativa e sicurezza, monitoraggio.

A partire dall'esperienza maturata dal Comune ed efficacemente sintetizzata dalle esperienze di alcune lavoratrici e lavoratori agili, la giornata ha voluto essere l’occasione per raccontare la sperimentazione ad oggi e aprire la strada a nuove forme di collaborazione tra le pubbliche amministrazioni presenti sul territorio, in modo particolare tra gli Enti Locali del territorio delle province di Brescia e di Mantova. Il tutto focalizzato sulle opportunità offerte dal lavoro agile in termini di riorganizzazione dei servizi al cittadino, aumento del benessere organizzativo e riduzione dell’impatto ambientale. 

Il lavoro agile rappresenta infatti un importante fattore abilitante per lo sviluppo di una città e comunità sostenibile, consentendo di agire su diverse dimensioni e obiettivi dell’Agenda 2030: dalla sostenibilità ambientale alla lotta alle disuguaglianze, dal benessere e salute alla crescita economica e professionale. Soprattutto, se consideriamo in modo particolare la dimensione e la natura degli Enti Locali, il lavoro agile può rappresentare un importante strumento di riorganizzazione ed innovazione dei servizi, andando di fatto a migliorare il patto di fiducia tra la pubblica amministrazione e i cittadini e le imprese. Senza più vincoli orari e spaziali, il lavoro pubblico si digitalizza necessariamente e il servizio pubblico diventa sempre più in rete, accessibile anche a distanza da imprese e cittadini. Un processo win-win, in cui il benessere del dipendente pubblico si concilia con un servizio pubblico più efficace, che restituisce tempo al cittadino e competitività alle imprese.

Il lavoro agile – osserva il prof. Renato Ruffini nel suo intervento - è quindi un lavoro liberato, liberato da vincoli fisici e orari, ma anche liberato da mansioni, a vantaggio di funzioni e obiettivi. Invece di una burocratizzazione a volte dannosa e fine a sé stessa, si promuove l’autonomia e il senso di responsabilità della lavoratrice e del lavoratore, orgogliosi di lavorare per la Pubblica Amministrazione.

Video integrale del convegno istituzionale